Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Caratteristiche Acquisto Ricambi
e accessori
Guida
al volo
Documentazione Tecnica Altre risorse

Per chi vuole approfondire più nel dettaglio alcuni aspetti di questo piccolo drone, o vuole cimentarsi in modifiche e migliorie, offriamo questo spazio più "tecnico" ma in cui cercheremo sempre di utilizzare un linguaggio semplice e comprensibile anche per chi "tecnico" non è.

Oltre alle informazioni presente in questa pagina, consulta anche le schede create dai nostri utenti e visitatori.

 

Condividi con noi le tue migliorie al prodotto, contattaci per aiutarti a realizzare e pubblicare una scheda sulle modifiche che hai apportato.

 

Anche il JJRC H5P utilizza per il suo funzionamento batterie Li-Po e, a integrazione di quanto suggerito nell'articolo "Batterie Li-Po: storia e avvertenze" che sei invitato a leggere, nel dettaglio i parametri di voltaggio da tenere in considerazione sono i seguenti:

  • valore nominale 3,7 volt
  • valore a pieno carico circa 4,3 volt
  • batteria ritenuta scarica a 3,4 volt
  • soglia minima di carica per evitare che si danneggi 3 volt
  • la batteria di serie è da 1100mAh Li-Po per una durata di funzionamento da 11 a 14 minuti (la fotocamera è alimentata dalla batteria del drone) e tempi di ricarica fino a 180 minuti con adattatore usb collegato a normale presa di un computer, le dimensioni sono 52 x 25 x 9 mm (non può alloggiare batterie di dimensioni superiori), peso 27 grammi
  • quando la batteria del drone viene messa in carica il led dell'adattatore usb è fisso rosso e si spegne al raggiungimento della piena carica
  • siccome i motori del JJRC H11D possono tendere a surriscaldarsi con rischio di rottura, si consiglia di attendere almeno 10 minuti prima di montare una nuova batteria e di non utilizzare batterie con mAh superiori rispetto a quella in dotazione

 

Con un qualsiasi tester è possibile misurare il voltaggio di una batteria impostando la scala sulla portata DCV a 20 volt (o la scala più vicina purché superiore al suo valore nominale) e toccando con i puntali i contatti dei fili rosso e nero del connettore di collegamento della batteria.

 

Perchè si stabilisca correttamente la connessione tra il radiocomando e il drone, quest'ultimo deve tassativamente trovarsi su una superficie piana ed essere acceso prima del radiocomando, mentre a fine volo dovranno essere arrestati nell'ordine prima il radiocomando, e in seguito il drone.

 


 

Contattaci se anche tu disponi di materiale di pubblico interesse che vuoi condividere in questa pagina.

Ti può interessare?

Segnalazione

Hai riscontrato un link non valido o errori e inesattezze nella pagina?

Copia in memoria quanto visualizzato nella barra degli indirizzi e vai alla pagina segnalazioni.

Sostieni DRONI.ITA.ZONE

Fai una donazione per supportare il sito DRONI.ITA.ZONE



Vai all'inizio della pagina

L'utilizzo dei cookies su questo sito concorre alla buona navigazione e favorisce il miglioramento dei servizi offerti ai visitatori e agli utenti registrati, pertanto se ne consiglia l’accettazione. Continuare la navigazione senza l’esplicita accettazione equivale ad una accettazione temporanea degli stessi. Per saperne di piu' o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies consulta la nostra pagina sulla privacy.

  Accetto l'utilizzo dei cookies per questo sito.